Archivi categoria: Basic Info

…e se Dio abitasse in mezzo a noi?

Dio Gesù cena

Dio e l’Eternità, nella loro tremenda maestà, ci starebbero continuamente davanti agli occhi. La trasgressione della Legge sarebbe certamente impedita, quello che è comandato, sarebbe eseguito.

 

 

Con un Dio e angeli e santi davanti a te, il pungolo della tua virtuosissima attività sarebbe sempre pronto ed esterno; l’individuo non avrebbe bisogno di ragionare, sforzarsi, studiare, raccogliere le forze, resistere, valutare, capire, scegliere… la maggior parte della sante e commoventi azioni di cui sarebbe pieno il mondo, verrebbe fatta per Timore, solo poche persone agirebbero per Amore, e ancora meno per Dovere. Perché? Perché un esercito di angeli poliziotti è sempre lì pronto a “suggerirti” cosa va fatto.

Il valore morale delle azioni, dal quale soltanto dipende il valore della persona, non essendoci vera libertà, non esisterebbe per nulla. La condotta dell’uomo, rimanendo la sua natura tale e quale quella di adesso, sarebbe pertanto mutata in un semplice meccanismo nel quale – come nel teatro della marionette – tutto gesticolerebbe incredibilmente bene, e la vita su questa terra sarebbe meravigliosa, ma nelle figure non vi si troverebbe vita alcuna.

marionette

In questo momento storico invece la cosa è ben diversa, giacché noi – pur con tutti gli sforzi della ragione o della fede – abbiamo sempre una veduta oscura e dubbia dell’avvenire. Il reggitore del mondo ci lascia solo congetturare e non vedere né dimostrare chiaramente la sua esistenza. Si viene così a creare quella condizione per cui la Legge Morale in noi, senza prometterci qualcosa con certezza, senza minacciarci, ci invita a un rispetto assolutamente puro e disinteressato, immune da quei meschini calcoli di tornaconto personale che deriverebbero dal conoscere l’esatto compenso di ogni peccato e virtù.

nuovi uomini nuovo regno

Dio e i problemi del mondo

C’è chi dice: “Dio è il responsabile!”, senza capire per nulla come funziona il sistema.

Altri dicono che un Dio non potrebbe mai permettere tasse e massacri, e, di nuovo, non hanno capito il sistema. Vorrei farvi una domanda. E’ veramente da Dio prendersi la responsabilità di qualcosa?

Per la mentalità umana il sistema della realtà spirituale ha una gerarchia di potere con al vertice Dio. Tuttavia, il vero sistema è così: Dio non è responsabile di nulla! e non c’è nessuna gerarchia di potere da nessuna parte.
E’ l’essere umano che pensa in quella maniera, ed è l’essere umano che nel cosmo fa la differenza! Fa la differenza chi trova Dio in se stesso, chi si risveglia nell’Amore, chi permette allo Spirito di mostrarsi attraverso di lui. Quindi, è l’essere umano che ha la responsabilità di questo pianeta! Poichè è un essere gentile e non un molestatore, Dio abita solo dove lo si lascia entrare, e quanti più di noi aprono la porta e agiscono bene, tanta più luce, pace, benessere inonderanno la Terra.

 

Benedetto è l’essere umano che permette al suo cuore di aprirsi

e alla Verità di emergere

fenicottero

Questo è l’uomo: la coscienza-che-padroneggia-la-storia-nella-materia.

 

Fatto per questo, non si può dire a Dio: “che hai fatto?!!”, tanto più se questa decisione ridonda ad estrema gloria e potenza dell’uomo stesso. O forse qualcuno ama essere trattato da poppante?

Di “poppanti” Dio ne ha creati a iosa (criceti, balene, giaguari, polpi, calamari, funghi, licheni etc etc), ma l’uomo… Dio volle che fosse qualcosa di più, quindi gli diede e continua tutt’ora a dargli tutti gli strumenti per essere questo qualcosa di speciale. Perchè l’uomo tarda a riconoscere la sua vocazione, e vuole a tutti i costi essere trattato da ebete e impotente animale?

ateismo confuso

Dio è onnipotente e lo sarà sempre, ma perchè vorresti che usasse la sua onnipotenza per sculacciarti? Egli ti vuole figlio. Un figlio regna alla stregua del padre, ma deve essere RESPONSABILE, e perciò deve essere lasciato libero in un determinato regno: il regno degli uomini (la Terra), la quale non è il Regno di Dio!

I problemi del mondo che Dio resta a guardare”…

Dio – prima di inebetire i cattivoni e castrare violentatori per poi gettarli all’inferno – offre a queste anime scure molte più chance di quante gliene offrirebbe loro un comune uomo, non per nulla dio è Dio! Dio vuole bene anche ai cattivi!

 

Sono suoi figli adorati anch’essi!

 

…e purtroppo, Satana è extracattivo e l’inferno è extraorribile per chiunque.

Dio ha molta pietà di essi.

La vita umana ha valore perchè è TEMPO utile alle scelte eterne, definitive.

Ora, potrei continuare così senza fine a cercare di salvare il povero Cristo dalle frustate di un ateo, ma in realtà anche questo è tempo perso perchè non sono tanto gli argomenti che sono difficili da capire, quanto la rassegnazione a farsi gli affari propri che è difficile da accettare.

 

La logica di un dio non può essere quella degli uomini,
a meno che gli uomini non siano divinità!

 

Facciamo fare a Dio il suo mestiere, senza togliergli lo scettro dalle mani per percuoterglielo sul capo.

Gesù Pilato

La coscienza umana opera in sinergia col pianeta persino circa i “crudeli” fenomeni naturali che avvengono sopra di esso. Tutto è in relazione profonda, vitale, di vitale dipendenza: è difficile da spiegare con le moderne cognizioni scientifiche (che col tempo muteranno), ma la coscienza dell’umanità sulla Terra entra realmente nella terra, qui viene immagazzinata e la terra non fa altro che reagire ad essa1. Sono gli umani ad essere i veri responsabili dei cambiamenti e dei movimenti della Terra. Ogni singolo, stupido uomo intrattiene una relazione personale con il pianeta ospitante, il quale è vivo e vuole che gli parliamo, ma se il massimo che sappiamo fare è calpestarlo, nulla di strano che anche lui ci dimentichi.

1 Previa la mano dello Spirito Santo che abbassa o alza la “caligine” secondo logiche sue proprie.

Chiesa cattiva Chiesa cattiva Chiesa cattiva!

Si può constatare abbastanza facilmente che oggi ostilità e risentimento verso la Chiesa cattolica sono molto diffusi.

Si voleva una guida, reale, profonda, immacolata; il clero non lo fu e così a tutto spiano con la “vendetta”.

La vendetta che possono eseguire i poveracci, è darci contro con la lingua, alle volte pure con lo scritto, e le immagini (su youtube persino con i video "dispensa universitaria"). Poche volte con appunti più concreti e sensati, ad esempio facendo il lavoro che lei non fa! (ad es. accogliere i poveri in casa propria, offrire servizi gratis, condividere cose, giornate e tempo etc etc).

Io stesso non sono molto contento della “casta” cattolica, ma non posso sputare sul piatto da cui mangio (e non sono un prete – stipendiato), perché quando Dio guarda il mondo non fa distinzione tra chiesaioli e non chiesaioli. Tutto il mondo è la Sua vigna, tutta l'umanità è come un edificio immenso, mobile e vivo, ma solo una e particolare è la pietra angolare di quest'edificio: il Cristo.

La pietra angolare regge le pietre vicine, le quali a loro volta insieme alle altre sostengono i piani più alti fino ad arrivare al pennacchio sulla cupola: papi e presidenti. Il punto è questo: NOI siamo Chiesa! Atei e fedeli, buoni e cattivi, battezzati e non battezzati.

Eresia?

Non proprio!

 

appuntoIn quanto “istituzione”, un non-battezzato non può considerarsi parte della Chiesa, ma in quanto “ente spirituale”, la Chiesa trova i suoi confini “legali” nel cuore di tutti i figli di Dio.

 

TU, ogni volta che pensi o fai qualcosa di buono, sei figlio di Dio!

Quando ti battezzerai, potrai godere pure dell’eredità che spetta a tutti i figli di Dio; ma al momento, sei solo un figlio “naturale” della Chiesa.

 

L’eredità è Cristo stesso e i suoi diritti di sangue.

 

Ognuno perciò scelga cosa essere nella storia, fuori dalla Chiesa o dentro la Chiesa, ma fuori da Dio e dalle sue promesse non si può uscire, e chi entra nell’ovile d’elite, lo sappia bene, è destinato al macello proprio come il Cristo.

Musulmani, scintoisti, pagani, indiani etc etc non partecipano della regalità di Gesù (e ai suoi doveri di classe), ma – in quanto figli “naturali” della Chiesa – partecipano di TUTTE le grazie, nessuna esclusa, che Egli ha acquistato per l’umanità, e vi partecipano e vi parteciperanno nei secoli dei secoli MEDIANTE la Chiesa di Cristo mantenuta viva dai cristiani, i piccoli cristi.

piccoli cristiQuesta pagina vorrebbe mostrare come dalla Chiesa, sia essa buona o cattiva, ahimè non c’è modo di uscirne completamente, perché non c’è modo di far uscire completamente Gesù dalla storia, dopo che vi è entrato con tutti i suoi 80 kilii di muscoli e ossa.

Un cristiano laico è re e figlio di re. Dentro la Chiesa è sposo del clero e parente di Dio, come lo fu Gesù. Tutti i non-cristiani, sono i parenti dei cristiani, ma non già della Chiesa, sposa di Gesù.

Laici e sacerdoti, nella Chiesa cattolica, sono UNA SOLA COSA, operano su fronti diversi ma INSIEME a vantaggio di tutto l’universo. La loro missione è UNICA.

Sono partito da molto lontano e arrivato molto lontano per sperare infine di correggere il trend "Chiesa cattiva Chiesa cattiva Chiesa cattiva!"; la Chiesa, agli occhi di Dio, siamo anche noi, io e tu, perchè "Tutto è Uno". Se la vuoi meno cattiva, agisci meglio.

Firma finta per nac3

I privilegi della Chiesa cattolica

I privilegi della Chiesa cattolica non dipendono da favoritismi e corruzioni varie, ma da quello che il cattolicesimo fu per l’Europa con l’arrivo dei barbari:

 

No monasteri no conservazione dell’antica cultura latina.

 

Similmente accadrà a noi in futuro con la tecnologia e le opere d’arte : “l’impero” è in dissoluzione e quando “l’invasione” raggiungerà ondate inarrestabili, cosa pensiamo resterà di questo mondo? E ad opera di chi? Tutto ciò che questa caotica civiltà di api operose e vespe e calabroni ha accumulato in secoli di progressi scientifici e intellettuali, sarà di chi non ha mietuto né lavorato: “suore” e “preti”, ordinati e non ordinati, laici, credenti e persino miscredenti che però con le buone azioni hanno invisibilmente lavorato per l’avvento del “Regno”!

Ma torniamo al nostro medioevo!

Prima i contadini si affidarono ai preti del villaggio per ritrovare una minima identità comunitaria, e poi le città trovarono nella Chiesa l’UNICA realtà solida su cui aggrapparsi per diventare le piovre che sono diventate oggi. Attorno i papi, i re sorsero e alla fine spodestarono il papa dal potere STATUALE che lungo il corso dei secoli aveva lentamente acquistato su tutto il centro-italia.
Il papa non era solo un prete, ma un capo di Stato, e di uno Stato pure grande! Tale presidente di Stato, chiamava il suo Stato: Chiesa cattolica.
Oggi il potere politico gli è rimasto solo su qualche ridicolo ettaro di terra, quindi, a un livello meramente giuridico-legale, da un punto di vista esclusivamente laico, il Re-Papa è stato formalmente derubato! Assurdità della storia! Se qualcuno ha mai pensato a un disarmo organizzato su scala continentale, ecco che studiando il passato scopriamo il destino che il mondo riserva a queste cenerentole, cioè ai paesi che veramente non hanno un esercito, ma che nondimeno esistono come nazionalità a se stanti!

Vengono occupati!

Attualizzando, l’Iraq senza bombe nucleari ancora nel 2000 d.C., fu prontamente invaso dagli americani. Invece all’indomani dell’Unità d’Italia, nel 1861/70, ci fu la Breccia di Porta Pia. L’ingiustizia fu evidente, ed è per questo che i Patti Lateranensi riversarono e riversano ancora oggi sul Vaticano ampi privilegi sia fiscali che giuridici. Mica sono stati firmati perchè il cattolicesimo è buono e bello! Il cattolicesimo in Italia non subisce un trattamento come le altre religioni, perché le altre religioni in Italia non furono coinvolte in beghe inter-nazionali come lo fu la classe sacerdotale cattolica, che per due mila anni in Europa fu una vera e propria classe politica, rispettata e temuta da tutti! Se anche un’altra religione fosse spiritualmente più meritevole, questa NON potrebbe mai accampare sullo Stato Italiano diritti diversi da quelli morali.

Il cattolicesimo invece ha una radice storico-sociale fortissima, maturata in secoli di relazioni diplomatiche, economiche e politiche, e perciò può confrontarsi ad armi PARI con la statualità italiana. Aveva i suoi blasoni, i suoi nobili e baroni, dirigenti, prefetture e province. Solo Hitler e le dittature in genere hanno saputo calpestare le minoranze culturali e le identità nazionali (militarmente) più fragili. L’Italia, grazie a Dio, non fu tra queste, e dopo l’occupazione concesse allo Stato Vaticano i diritti su uno “Stato invisibile” al posto di quello concreto e concentrato che aveva un tempo.

Similmente alle zone militari cui ai civili è impedito l’accesso, così a chiese e monasteri è impedito l’accesso alla burocrazia e alla fiscalità italiana, perchè costituiscono la “terra pelagica” propria dello Stato Vaticano: non pagano le tasse allo Stato italiano, perchè non fanno parte dello Stato italiano.

Fede vs Ragione nel cattolicesimo

Il cattolicesimo odierno – si abbia il coraggio di ammetterlo o no – è un cattolicesimo di fattura occidentale, ovvero impregnato di razionalità e di denaro come di filosofia e di petrolio.

La New Age, da parte sua è un indirizzo più “emotivo”, molto più emotivo, perfino troppo emotivo; e poichè non è un’associazione, un rito e fino a prova contraria neppure un movimento sociale o politico, ma solo e soltanto un predicato col quale si può predicare qualsiasi cosa, ecco che non ha denaro suo, una filosofia sua, e perciò neppure ragioni o fedi propriamente sue. E’ “libera”, pertanto la faremo uscire subito dal banco degli imputati.

separatore NAC

Resta il cattolicesimo, dove essere filosofi non è un peccato, ma lo diventa quando ai bisognosi si dà una parola dà gustare, piuttosto che un riparo da vivere (tetto, casa, terra, lavoro, amici).
Neppure avere tanti soldi è un peccato, ma lo diventa quando lo si usa per comprare ai poveri il cibo, piuttosto che gli strumenti necessari perchè questi si autoproducano il cibo. Se lo Stato non lo fa e non intende farlo garantendo una società liber-capitalista, quanto più è di ciò responsabile la Chiesa, oggi proprietaria economicamente dotata!

Da tali punti di critica, muoverò l’asta perchè il centro del cattolicesimo non sia più una ragione o un teologico conformismo, ma un illetterato pastore che si prende cura del suo gregge.

 

 Se pensi che il cattolicesimo sia un affare ragionevole, ti stai mettendo da solo all’angolo più buio per non capire nulla ma proprio nulla della bibbia, sembrandoti però di abitare un mondo fatto di luce. Mettitelo bene in testa, per i cattolici la Ragione non è una dea! La razionalità umana, resta solo razionalità umana. Utile si, di origine divina certo, ma Dio si serve servendo Dio, non la Ragione!

 

Con  ciò non sto consigliando di buttare nel gabinetto la Ragione, nè lo consiglia la bibbia (cfr. Rm 1:25), ma di dare il primato a Dio, e POI a tutto quel che verrà in mente.
Smith, Marx, Ricardo, Biglino, Sitchin, Rà, gli extra-terrestri, le sirenette, la fidanzata e i figli, dicono tutti cose estremamente ragionevoli, e sta a noi dire si o no, “ora” o “più tardi”, “giusto” o “sbagliato”. Non le loro ragioni devono convincerci a fare o a credere in qualcosa, ma il Dio in noi deve convincerci a fare e non fare, credere e non credere in qualcosa.

Prima bisogna inseguire come dei matti Dio, che è Spirito non di certo desumibile da un efferato studio biblico, poi viene il dono n.4 dello Spirito Santo: la Scienza.

Ma siccome l’uomo non può possedere lo Spirito Santo con uno sfregamento di lampada, ecco che abbiamo bisogno di AMICI.

Le prime persone cui nel cattolicesimo bisogna ricorrere per capire il cattolicesimo, non sono preti, santi o papi, ma Gesù e Maria in persona, cioè Dio e Madre di Dio.

 

  • Ora tu dici: “Oh, me li presenti tu questi personaggi?”.
  • Io ti dico: “Se li inviti tu, vengono”.
  • Tu: “Li ho invitati e non vengono”.
  • Io: “Abbi più fede o fatti una vacanza in un posto più tranquillo”.

 

Come vedi tutta l’origine della fede cattolica e della religione cattolica, non sta in una prova scientifica o in un convincente studio esegetico; non sta neppure in un libro sacro, che per i primi secoli del cattolicesimo neppure esisteva, in quanto il vangelo si trasmetteva oralmente e Gesù certo non stampava parabole.

 

“La parola del Signore era rara a quei tempi”
1 Samuele 3:1

 

Tutta l’origine del cattolicesimo sta in un INCONTRO IMMATERIALE tra la tua anima e l’anima di Dio. “Cerca e troverai” non significa “Chiedi a Dio che ti caschi una prova scientifica sulle ginocchia, e questa ti cadrà”, ma significa letteralmente “Cerca e troverai”. Se non trovi l’anima di Dio, significa che non la vuoi proprio trovare.
Senza questo INCONTRO PERSONALE, la Dea Ragione, Dio Marte, Venere, tutti gli alberi tutelari intorno Stonenge, i druidi e gli astrologi della mesopotamia risusciteranno per portarti laddove non conviene. A quel punto, ormai difficilmente rimediabile, gli scritti dei santi cattolici – che non sono la bibbia – potranno aiutarti in qualcosa perchè sono molto più semplici della bibbia, ma soprattutto, perchè hanno fissato in sè un resto dell’umanità viva e cangiante di Gesù Cristo e di Maria. Ma, naturalmente, sarebbe meglio che incontrassi dal vivo queste 2 persone, piuttosto che affidarti ad un mio ragionamento o ad un racconto commovente quali sono tutti i diari dei mistici, simboli ed ombre di un incontro reale, che anche tu puoi avere!
Questa è la fede: se vuoi averla l’avrai, se non vuoi averla non l’avrai. Ma è dono di Dio volere le cose giuste, mentre è tua esclusiva responsabilità voler volere le cose giuste.

 

Mi appuntoricordo che una volta non desideravo veramente amare il Signore, pur andando spesso a messa, confessandomi e tutto il resto. Semplicemente mi bastava quel che ero.
Un giorno però mi accorsi che mi mancava questo desiderio, vidi che non era cosa buona e fiottò nella mia mente questa preghiera: "Signore, vorrei volerti amare". Lo ricordo bene perchè la stranezza di questa supplica mi stupì. I giorni seguenti passò alle labbra, e poi, con mio ulteriore stupore, un giorno improvvisamente diventò: "Signore, vorrei amarti davvero" (che non è ancora: "Signore ti amo!").
Quindi, prima di poter dire "Signore, possa io avere fede completa in te!", bisogna fare la seguente preghiera: "Signore, vorrei voler avere fede in te". Quest'ultimo tipo di preghiera la possono fare tutti, ed una volta entrata, offrirà gratuitamente gli strumenti euristici di interpretazione della Parola, sia biblica che mondana ed universitaria, affinabili in seguito grazie ad ulteriori preghiere DEL CUORE.
La Ragione passerà in secondo piano e un sussurro, che può essere razionale o non-razionale, spazzerà via dalla Chiesa e dalla società la sporcizia accumulatavisi.

 Firma finta per nac3

Lettera ad un coltissimo ateo missionario

La Ragione Suprema fa discorsi suoi, che non sempre si accordano a quel che dicono Gesù e Maria, i quali spiegano ed illustrano sempre molte cose, ma non sempre in maniera scientificamente esaustiva, e lo fanno a chi vogliono loro, e non necessariamente ai professori di Harward e ai grandi giornalisti di youtube dai quali mezzo mondo attinge rivoluzionarie prospettive.

Oh, guarda: forum, youtube, blog, facebook, non è che sia così tanto originale tutta questa solfa para-universitaria!

Noto che ti fidi di tutti, meno che dei santi, perchè desideri fidarti prima di tutto del tuo cervello, e di altri che come te rivendicano la Superiore Indipendenza.
Ma se il cervello fa la sua corsa, la faccia anche il cuore, che tu ormai hai essiccato e deluso alla Luce della Ragione.
Toh, và dunque dove ti condurrà il tuo nuovo feticcio, la tua vera Dea, la tua ultima Ragione di vita!

 

Proprio a causa della complessità della bibbia, complessa come la storia che essa ha solcato, per interpretarla è prima di tutto necessario desiderare di stare con Dio. Poi, verranno le istruzioni per interpretare il libro di Dio.
Tu forse non hai ancora raggiunto quel grado di divina familiarità, e così Dio, nella storia, pietoso ha mandato molti interpreti fra santi e mistici, e poi preti e teologi che, facendo 2+2, redigono infine dei "riassunti". Magari non saranno opere perfette e totalmente fedeli allo spirito originario, ma la sostanza è quella e non cambia:

 

 Maria c'è e non è una prostituta pre-incaica, Gesù c'è e non è la reincarnazione di Osiride.
Essi parlano, sono vivi, rivendicano la propria orginalità, ti dicono che c'è l'inferno, che c'è il paradiso, ci sono gli angeli, ci sono i santi, e se non ti va di rassegnarti alla fede, che non ha ragioni (è infatti una FEDE), amen!

 

 

Firma finta per nac3

Ti è piaciuta o ritieni utile questa lettura?

ok-icon no-icon

Dio in foto

Dio in foto

Il cattolicesimo è pieno di persone genuinamente ingenue. Come qualsiasi altra religione, del resto. Ma nel cattolicesimo di più, perchè il principe di questa religione non è un principio, ma una persona: il bellissimo Gesù.

Orbene, il fatto che Dio abbia preso carne e sia andato ad aggiustare materassi insieme a Giuseppe per buona parte della sua vita, espone il nostro campione a un rischio di umanizzazione più accentuato di quello esistente nella New Age coi suoi “avatar” – personaggi fantastici venuti da chissà dove e pieni zeppi di radiante splendore.

Anche il nostro Leader, in effetti, si rivelò glorioso fra le umane faccende, ma una sola volta: sul Tabor. Per tutto il resto della vita, i vangeli non raccontano nulla di eccezionale attorno quest’uomo, eccetto i miracoli.

Eppure io dico che Dio era bellissimo, potente, elegante, saggio, galante, divertente, seducente, impenetrabile, sorprendente, dolce, severo, umano come nessun’altro uomo mai comparve sotto il cielo.
Il suo dono di natura – l’umanità – in Gesù è qualcosa di sovrannaturale.

Ciò che io dico, non viene solo da una fede che “deve” essere questa (in quanto io personalmente non voglio un Homo homunculus per Dio), ma deriva dalla nota o non ancora purtroppo nota LETTERA DI PUBLIO LENTULO, che unica nell’antica Roma descrive le fattezze fisiche dell’imperatore celeste.
Poi, esistono immagini e rivelazioni di santi, mistici e chiaroveggenti che sempre descrivono Gesù come portatore di un quid: il Quid della Divinità, la quale cosa non emerge affatto da questa foto.

 

Dio in foto

 

Di ridere, tutti sappiamo ridere, e lo sfondo è nero come quello che si vede nella pellicola del primo sbarco sulla Luna; nero, nero.

Questo è solo un uomo a carnevale! Uno scatto che degli abili PR hanno azionato nella mente di tutti i poveri credenti che si lasciano andare a devote dicerie. Questa foto è sbarcata in pompa magna nelle sale di molte chiese e fui scandalizzato quando la vidi esaltata in un monastero benedettino.
Il motivo del successo di tale inganno, è da ricercarsi nel fatto che i cattolici si accontentano costitutivamente di un Dio umano, troppo umano.
La Chiesa educa i fedeli a “non tenere grilli per la testa”, “perdonando” tutte le umane debolezze ed anzi issandole sull’altare come momento di adorazione collettiva.

 

appuntoMa se Dio avesse quest'aspetto, io andrei in eterna depressione.
Se Gesù fosse quello de "I Giardini dell'Eden" (il film di regia italiana con Kim Rossi Stuart), al prete confesserei la mia fede come un peccato.
Se i Santi fossero i bigotti delle fiction "San Francesco", "Santa Rita", "Santa Chiara", "Santa Monica", "San Padre Pio" etc etc, mi accontenterei di essere quello che già sono, e anzi ringrazierei infinitamente Dio di essere come sono e non gli stonerei più la testa di voler diventare santo! Cioè come i tizi delle fiction.

 

Perchè la forma non può avere meno grazia della sostanza, quando si parla di DIO.

Firma finta per nac3

I chakra secondo i cattolici

Accompagnavo una signora dall’esorcista, e la signora tornò con alcuni foglietti contenenti una serie di preghiere. Ne lessi qualcuna, proprio prima della messa, che recitava più o meno così: “Signore! Abbi pietà di me, e liberami dal primo chakra! Ovvero dalla sessualità, dalle pulsioni, dal desiderio di possesso etc etc”.

“Signore! Perdonami! E salvami dallo spirito del secondo chakra, e cioè dalla confusione, dall’egoismo, dalla superbia etc etc”. I foglietti continuavano così fino al settimo chakra.

Ora spiegherò brevemente cos’è un chakra secondo l’induismo: secondo l’induismo i chakra sono quello che per noi occidentali è una milza, un fegato, un cervello, un occhio, un polmone e così via… cioè ORGANI, ma di natura molto più “sottile”. Poiché per gli induisti ad ogni corpo umano corrisponde un corpo spirituale legato al primo mediante un vero e proprio filo (chiamato “filo delle parche”) – alla stregua di un cordone ombelicale – nella filosofia induista i chakra sono gli organi di questo nostro secondo corpo spirituale. Quello per intenderci che ci rimane dopo la morte del primo…

morte

…e con il quale ci presenteremo davanti al Signore

aldilà 2

Ora un’anima, anche se immateriale, E’ SEMPRE FATTA DI QUALCOSA! ALTRIMENTI NON SI CHIAMEREBBE ANIMA MA “NULLA”.
Quando un sacerdote cattolico prega Dio di liberarlo dal “primo chakra”, dal secondo, dal terzo, dal quarto etc etc, si può dire che abbia capito cos’è un chakra? Si può dire abbia egli veramente compreso la concezione del corpo secondo la cultura induista?
E’ meglio chiedere l’autentico significato di un termine agli appassionati, o a coloro che hanno coniato quel termine?

 

 Un esorcista che si accinge a liberare il mondo dai demoni, non dovrebbe studiare bene anche il mondo induista, oltre che la demonologia cattolica?

Quando consiglia a una povera sventurata di chiedere a Dio di liberarla “dal primo chakra“, ha cognizione di ciò che sta chiedendo?

Nessun uomo può liberarsi dalla propria sessualità o dalle proprie pulsioni, ma può chiedere a Dio di imparare a GUIDARE saggiamente queste forze che, ahimè – per quanto orribili siano – sono state donate all’uomo e fanno parte del corpo umano come della sua spirituale natura.
Un chakra non ha volontà, personalità o “spirito” perchè è parte della propria fisicità. I chakra, stando alla tradizione che li ha rivelati,  sono meri luoghi di raccolta e confluenza delle energie interiori di un individuo, siano esse quelle del corpo (primo chakra), del cuore (quarto chakra) o della mente (sesto chakra).

 

 Tra la nostra anima ed il nostro corpo ci sono come tante piccole finestre [chakra]. Da lì, se sono aperte, passano le emozioni; se sono socchiuse, filtrano appena. Solo l’amore le può spalancare tutte assieme come una raffica di vento.

 

Per capire questo discorso – più ricco, complesso e speculativo del semplice “mistero della fede!” cattolico – non occorrono corsi di laurea in “Misticismo e forme religiose dell’Oriente”, basta leggere con sufficiente attenzione qualche stupido libro che si trova comunemente nelle bancarelle. Mi chiedo come sia possibile vedere demoni dappertutto, meno che nel proprio ottuso fondamentalismo.

fondamentalismo

Firma finta per nac3

2 cent5 centesimi

Chiesa

Non si può ascrivere alla Chiesa cattolica tutta la responsabilità dell’abiezione umana e politica e sociale e economica che essa crea in Italia… nelle Filippine, in Sudamerica, in Africa, in Germania… e non fino al punto di alleggerire la responsabilità del singolo individuo che si fa cattolico, non fino a diventare essa il capro espiatorio dello stato di indigenza culturale e civile del mio paese e dei suoi fedeli; no, esiste la responsabilità individuale, altrettanto imperdonabile, di tutti coloro che sono consapevoli dell’inganno cui sottostanno e al cui dispotico trionfo contribuiscono senza fare niente per abbatterlo.

(Aldo Busi)

 

Un tempo avevo sogni sulla Chiesa. Una Chiesa che procede per la sua strada in povertà e umiltà, una Chiesa che non dipende dai poteri di questo mondo. Una Chiesa che dà spazio alle persone capaci di pensare in modo più aperto. Una Chiesa che infonde coraggio, soprattutto a coloro che si sentono piccoli o peccatori. Sognavo una Chiesa giovane. Oggi non ho più di questi sogni. Dopo i 75 anni ho deciso di pregare per la Chiesa.

(card. Carlo Maria Martini)

Chiesa, riti e sacramenti: servono davvero?

Durante la mia breve esistenza non mi sono fatto mancare niente.

Sono stato puro-senza-sacramenti, puro-coi-sacramenti; sporco-sacramentato, sporco-non-sacramentato; libero-senza-preghiera, libero+preghiera. Inchiesato e schiesato.

Adesso posso tirare la linea e fare un bilancio.

separatore NAC

Quando non avevo peccati e procedevo naturalmente, ottenni qualche risultato, ma mai raggiunsi l’acme. Mi sfuggiva qualcosa e sapevo bene che quanto mi sfuggiva era grosso come una casa; non l’avrei potuto acquisire semplicemente concentrando l’attenzione.

Quando ho scoperto i sacramenti, ho scoperto pure il peccato. Iniziò un percorso di alti e bassi senza senso. Per brevi periodi mi “staccai da terra”, ma come una gallina che prova a volare. Poi ritornai subito giù, essendo appunto una gallina.
A quel punto ebbi la certezza che bisognava cambiare metodo; gradualmente decisi di staccarmi da quanto fino ad allora conosciuto (messa+orazioni), perchè incapace di rimuovere quell’oscuro “piombino” dentro me.

  • Mi diedi alla preghiera, con qualche raro contrappunto sacramentale.
  • Mi diedi ai sacramenti senza preghiera.
  • Infine, mi diedi anima e corpo alla preghiera, ma senza nessun contrappunto sacramentale.

Ed è della fase n.3 che volevo parlare in questa pagina.

Nella New Age si fa sempre riferimento alle “capacità personali” per scrollarsi di dosso molti problemi. Questo è un approccio molto razionale e “scientifico”… così seducente, che ho deciso di provarlo sulla mia pelle!

 

Non va bene

 

Di notte, nei miei sogni, non ho mai avuto troppi problemi a scrollarmi di dosso “presenze moleste” o ad uscire da situazioni complicate. Tranne adesso. Mentre prima un padre nostro en passant o un segno della croce volante,  respingevano mostri e demoni come se avessero visto chissà che, adesso sono solo segni tracciati in aria! Naturalmente non si sta dando alla dimensione notturna autonomia ontologica, ma gli si sta dando quel credito che basta a smascherare pubblicamente alcune oscure dinamiche dell’umana psiche, che posseggo.
Anche io, con Alda Merini…

 

Credo che contro la pazzia niente e nulla possano valere.

 

Ma dopotutto… a che serve essere umani, se non si può essere un pò folli? io lo sono e me ne vanto!

 

 “…anche la follia ha diritto ai suoi applausi”.
Alda Merini

 

Ho sempre creduto che l’allontamento delle situazioni/sensazioni spiacevoli contravvenute in sogno, fosse una proprietà del padre nostro o del segno della croce in sè, ed invece… oggi sono costretto a riconoscere che quel “potere” derivava non da me medesimo o dal “rito”, ma dai riti in carne ed ossa con cui riempivo alcune mie giornate!

In quest’ultimo periodo sento di aver fatto alcuni piccoli progressi spirituali, eppure ciò ha corrisposto a un momento in cui i “demoni” onirici erano tutti attorno a me prossimi a mangiarmi il cuore. Questo disastroso banchetto credo abbia avuto origine nel fatto che, pur con tutte le preghiere che costantemente faccio davanti al tabernacolo, non mi accosto più al confessionale e all’eucaristia con la frequenza di prima.

sensazione Poi una sensazione: ho capito che tutto quel che ho avuto nella mia vita, l’ho ricevuto per uno scuotimento di capo di Gesù. Coi riti della Chiesa, è come se l’uomo recuperasse il dono di essere quel che in fondo è.
Riti e sacramenti non fanno di un uomo un uomo santo, ma un uomo libero; libero da influssi terzi. Ciò spiega come mai un sacerdote che conosco, nonostante abbia una condotta di vita sicuramente esemplare, da 20 anni manifesta un predicare arrogante ed altezzoso. “E’ quello”, e grazie a Dio per tutto questo tempo è rimasto libero di essere quello che è. Senza riti e sacramenti avrebbe subito maggiori influssi demoniaci e diventato qualcosa di peggiore.
Tutto sommato, è allora poco importante ciò che gli uomini accumulano: peccati o non-peccati, vizi od onore, gloria o disgrazie, perchè il principale compito della pomposa barchetta di Pietro, altro non era quello di permettere al benedetto disegno della Creazione – con tutti gli uomini in esso – di manifestare comunque i suoi caratteri originali. E finchè si segue il Cristo-nella-sua-Chiesa con le proprie limitate ma sincere capacità, ciò viene facilmente garantito.

E’ quindi sciocco darsi da fare per restare interiormente tranquilli e beati, sani e sanificati, spiritualizzati, illuminati/innamorati con questa o quella persona, pratica psicologica, ginnica o meditativa, se poi il corpo è lontano dalla Chiesa e dai suoi noiosissimi riti: niente di più prelibato sarà per i mastini infernali!

 

appuntoEgli combatte per noi battaglie infinite e dietro le nostre spalle assiste a braccia conserte, scoraggiando l'ombra ad allungarsi troppo. Egli non farà mai alcuni lavori al posto nostro, ma - purchè gli si vada appresso o si viva con grandissimo equilibrio - Gesù di nascosto farà sempre molti lavori per noi.

 

D’altra parte, io posso dire che neppure questa scoperta mette un punto al mio peregrinare: io voglio TUTTO dalla Chiesa, non la sola pace che Gesù, buono com’è, dispensa persino ai caproni più corpulenti quale io sono stato un tempo.
Poichè ho desiderato tutto, e non miseri antipasti, ho preteso l’integrità massima sia da me che dai fratelli e sorelle intorno a me, ed allora dovrò colmare il rito, del contenuto che gli è proprio, e non solo di un’insipida salsetta. Questo però potrebbe portare l’otti-mistico chef della Corona, sull’orlo di un abisso.

Firma finta per nac3

2 cent5 centesimi