Omosessuali e bibbia: leggendo la Genesi

“La bibbia dice che il maschio sta con la femmina!”

 

Allora apriamola questa bibbia!

 

 

La bibbia non parla di maschi e femmine, ma di uomo e di donna, scrivendo di quest’ultima:

 

“La si chiamerà donna, perché dall’uomo è stata tolta”
(Gn 2,23)

 

…e continua:

 

Per questo l’uomo abbandona suo padre e sua madre
e si attacca alla sua donna”
(Gn 2,24)

 

…il che è lievemente diverso dalla versione C.E.I. dello stesso versetto:

 

Per questo l’uomo abbandonerà suo padre e sua madre
e si unirà a sua moglie
(Gn 2,24)

 

La cosa strana di entrambe le versioni (la prima è quella detta “Tabor”), è che sono ENTRAMBE UFFICIALI! Quindi un cattolico può legittimamente scegliere se avvalersi dell’una o dell’altra; le sfumature e le diversità di significato sono sottili, ma reali. Gli appunti che si possono fare sui su citati versetti sono 3, e sono i seguenti:

  1.  Non c’è scritto da nessuna parte: “l’uomo DEVE attaccarsi alla donna”; nella prima si enuncia un dato di fatto (l’uomo “si attacca” alla donna), nella seconda si fa una specie di profezia che coinvolge i secoli (l’uomo si attaccherà alla donna). Non c’è necessariamente DECRETO COSMICO che imponga all’uno di attaccarsi all’altro, tanto più che entrambe le frasi, in entrambe le bibbie (CEI e Tabor), sono introdotte da “per questo”, quindi potrebbero non voler null’altro che spiegare come mai uomo e donna tendano ad unirsi in una sola carne.
  2. Un uomo non è (solo) un maschio; se la bibbia voleva dire “maschio”, avrebbe detto “maschio”; se voleva dire “femmina”, avrebbe detto “femmina”, come è chiaramente scritto in molte altre parti di essa. Qual è la differenza?
    Un termine sottolinea la “nuda realtà” di un uomo o di una donna, l’altro rimanda più a un carattere e a una spiritualità che a un tratto fisico-carnale. Perciò, pur in diversi “stampini” (corpi maschili o femminili) potrebbe liberamente agire la medesima legge universale: “l’uomo si unirà alla donna”, dove “uomo” è da intendersi più come principio virile che come corpo virile.
    Per molti sarebbe stato più semplice se Dio avesse scritto:
    separatore bianco NAC

    “Per questo il maschio abbandona suo padre e sua madre
    e si attacca alla sua femmina”
    (Gn 2,24)
    separatore bianco NAC

    …ma una tale frase non è mai stata scritta, e non dovrebbe toccare agli omosessuali pagare il prezzo della comune disattenzione.

  3. La donna si chiama “donna” non perché è fatta in un certo modo, ma “perché dall’uomo è stata tolta” (Gn 2,23). Perciò, tutto ciò che viene tolto dall’uomo – inteso come principio di virilità – è… “donna”! Sicché volteggiando nell’empireo degli aerei concetti, attraversa come meteora la domanda: e se venisse tolta all’uomo parte della sua stessa virilità, anzichè la pura femminilità poi incarnatasi in Eva?

Firma finta per nac3

5 centesimi2 cent

CHE NE PENSI TU?

Il primo commento sarà...

Opzioni di notifica:
avatar
wpDiscuz