“Passare emozioni”

In principio era il verbo, ed il verbo era la luce degli uomini.
Poi venne il potere, e la potenza divenne la gioia degli uomini.
Nel terzo millennio… non lo sappiamo!

separatore NAC
Se il cattolicesimo del primo millennio fu una diffusione di dottrina in tutti gli strati della società, quello del secondo millennio possiamo dire sia stato una lenta sedimentazione di potere nelle mani di pochi, che ha generato struttura, gerarchia, e molte persone stufe di strutture e gerarchie.
Adesso, nel 2016, non ci resta che vedere come si evolverà la cosa, ma è facile prevedere che il tratto distintivo del cattolicesimo del terzo millennio, sarà il “passare emozioni“, in quanto normalmente avviene che un uomo, prima di sposarsi e metter su famiglia, si definisce come uomo.
Così è per qualsiasi cultura: prima nasce, poi cresce, infine, fa “figli”.
Ciò situa il cattolicesimo in una posizione più alta e complessa della spiritualità New Age, troppo giovane ed immatura per generare la medesima cornucopia di frutti che presto darà la Chiesa cattolica.

La Dottrina, in questo tempo storico, sembra proprio stare in “apnea”, aggredita su tutti fronti da enormi minacce, ma in verità potrebbe liberarsi le spalle da cotale immane peso – corrispondente a quello di tutti gli uomini – mediante una sola cosa: un soffio d’amore!
La Chiesa, ad oggi, non genera emozioni.
Genera piuttosto prediche catechistiche ed i suoi preti, nell’onorevole tentativo di difenderla dal male, vanno in tv a testimoniare la forma eccellente della sua teologia – maturata in 20 secoli di dotte discussioni – ma tutto quel che dovevano fare non era sembrare più intelligenti di un evangelista, di un ortodosso o di un musulmano, bensì generare emozioni, quelle emozioni proiettate non da una parola, bensì dall’arte di vivere!

 

…una porta socchiusa ai confini del cuore, che può aprirsi soltanto con un soffio d’amore. Un amore profondo, che ci viene dal cuore, si dal nostro cuore…

 

Non non sappiamo precisamente quando tale porta verrà finalmente individuata ed aperta dal cervello della Chiesa cattolica inteso come clero, gerarchia e struttura del potere politico della Chiesa. Sicuramente ciò non avverrà a tempi brevissimi e certamente non prima che questa triste fase storica si concluda con un evento epico evidente a tutti i popoli. Come già accaduto, possiamo immaginare che, dopo, Dottrina + Potere + Amore, faranno del cattolicesimo qualcosa di incredibilmente più convincente ed efficace della annacquata New Age che si può oggi annusare ovunque.
La spiritualità della “Golden Age”, forse non sarà più una spiritualità, ma una “emospiritualità“, cioè una spiritualità vocata non a recitare messe e preghiere, ma a PASSARE VERE EMOZIONI.

Firma finta per nac3

Ti è piaciuta o ritieni utile questa lettura?

ok-icon no-icon

CHE NE PENSI TU?

Il primo commento sarà...

Opzioni di notifica:
avatar
wpDiscuz