Pillola n.19 contro la filosofia atea

Gli atei, dobbiamo ammetterlo, non sono tutti uguali.
La migliore specie di ateo, è un ateo che non respinge i principi totalmente spirituali della vita. Egli afferma: «Non c’è nulla di matematico nelle scienze della vita!», e prende le distanze dagli SCIENTISTI.
Con equivalente lucidità, però, continua:

«Ritengo che la Verità sia una terra senza sentieri e che non si possa raggiungere attraverso nessuna via, nessuna religione, nessuna scuola. Questo è il mio punto di vista, e vi aderisco totalmente e incondizionatamente. Poiché la Verità è illimitata, incondizionata, irraggiungibile attraverso qualunque via, non può venire organizzata, e nessuna organizzazione può essere creata per condurre o costringere gli altri lungo un particolare sentiero. Se lo comprendete, vedrete che è impossibile organizzare una “fede”. La fede è qualcosa di assolutamente individuale, e non possiamo e non dobbiamo istituzionalizzarla. Se lo facciamo diventa una cosa morta, cristallizzata; diventa un credo, una setta, una religione che viene imposta ad altri».

Jiduu Krishnamurti – Discorso di scioglimento dell’Ordine della Stella, 3 agosto 1929, Ommen, Paesi Bassi

L’ateo “illuminato” prende così posto in una nicchia, da cui può guardare a destra il caos delle chiacchiere teologiche, ridendoci sopra, e a sinistra l’inferno dei nudi operatori della razionalità, sopra i quali sospira.
Una delle repliche che il cattolicesimo può fare a questa “via di mezzo” che integra new age e neoilluminismo, suona così: s
e l’ultimo avatar, Gesù, disse: «Prendete e mangiatene tutti, questo è il mio corpo….» etc etc, tale avatar statuisce il rito del pasto del suo corpo. Ma ecco, allora nascono necessariamente gli officianti di tale rito, giacchè certo non tutti i discepoli possono distribuire pane a tutti gli altri dicendo: “Ehi mangiatene tutti, sapete questo è il corpo di Cristo!”. Prima serve la “unzione“; poi, prenderò pure quel pane consacrato dalle tue mani!
Con l’unzione si obbliga però in qualche misura la nascita dell’istituzione, per inverare l’unzione stessa e verificarla con modalità “pubblica”, ufficiale, scientifica, democratica e popolare, palese. L’istituzione che ne è conseguita può essere più o meno bigotta o “naturale” (anarchica), più o meno corrotta, chiusa, elitarista o totalmente empatica e compassionevole, ma pur sempre istituzione nei secoli rimarrà! Insomma Gesù a differenza degli avatar che lo hanno preceduto (budda, shiva, maometto…) ha “cristallizzato” qualcosa d’altro oltre meravigliose parole e perfette filosofie dell’uomo: il suo vero corpo ed il suo vero sangue, per tutti. Conservati in una teca ad uopo distinguono tale teca da una qualsiasi altra casa o luogo naturale.

Firma finta per nac3

Ti è piaciuta o ritieni utile questa lettura?

ok-icon no-icon

CHE NE PENSI TU?

Il primo commento sarà...

Opzioni di notifica:
avatar
wpDiscuz