I privilegi della Chiesa cattolica

I privilegi della Chiesa cattolica non dipendono da favoritismi e corruzioni varie, ma da quello che il cattolicesimo fu per l’Europa con l’arrivo dei barbari:

 

No monasteri no conservazione dell’antica cultura latina.

 

Similmente accadrà a noi in futuro con la tecnologia e le opere d’arte : “l’impero” è in dissoluzione e quando “l’invasione” raggiungerà ondate inarrestabili, cosa pensiamo resterà di questo mondo? E ad opera di chi? Tutto ciò che questa caotica civiltà di api operose e vespe e calabroni ha accumulato in secoli di progressi scientifici e intellettuali, sarà di chi non ha mietuto né lavorato: “suore” e “preti”, ordinati e non ordinati, laici, credenti e persino miscredenti che però con le buone azioni hanno invisibilmente lavorato per l’avvento del “Regno”!

Ma torniamo al nostro medioevo!

Prima i contadini si affidarono ai preti del villaggio per ritrovare una minima identità comunitaria, e poi le città trovarono nella Chiesa l’UNICA realtà solida su cui aggrapparsi per diventare le piovre che sono diventate oggi. Attorno i papi, i re sorsero e alla fine spodestarono il papa dal potere STATUALE che lungo il corso dei secoli aveva lentamente acquistato su tutto il centro-italia.
Il papa non era solo un prete, ma un capo di Stato, e di uno Stato pure grande! Tale presidente di Stato, chiamava il suo Stato: Chiesa cattolica.
Oggi il potere politico gli è rimasto solo su qualche ridicolo ettaro di terra, quindi, a un livello meramente giuridico-legale, da un punto di vista esclusivamente laico, il Re-Papa è stato formalmente derubato! Assurdità della storia! Se qualcuno ha mai pensato a un disarmo organizzato su scala continentale, ecco che studiando il passato scopriamo il destino che il mondo riserva a queste cenerentole, cioè ai paesi che veramente non hanno un esercito, ma che nondimeno esistono come nazionalità a se stanti!

Vengono occupati!

Attualizzando, l’Iraq senza bombe nucleari ancora nel 2000 d.C., fu prontamente invaso dagli americani. Invece all’indomani dell’Unità d’Italia, nel 1861/70, ci fu la Breccia di Porta Pia. L’ingiustizia fu evidente, ed è per questo che i Patti Lateranensi riversarono e riversano ancora oggi sul Vaticano ampi privilegi sia fiscali che giuridici. Mica sono stati firmati perchè il cattolicesimo è buono e bello! Il cattolicesimo in Italia non subisce un trattamento come le altre religioni, perché le altre religioni in Italia non furono coinvolte in beghe inter-nazionali come lo fu la classe sacerdotale cattolica, che per due mila anni in Europa fu una vera e propria classe politica, rispettata e temuta da tutti! Se anche un’altra religione fosse spiritualmente più meritevole, questa NON potrebbe mai accampare sullo Stato Italiano diritti diversi da quelli morali.

Il cattolicesimo invece ha una radice storico-sociale fortissima, maturata in secoli di relazioni diplomatiche, economiche e politiche, e perciò può confrontarsi ad armi PARI con la statualità italiana. Aveva i suoi blasoni, i suoi nobili e baroni, dirigenti, prefetture e province. Solo Hitler e le dittature in genere hanno saputo calpestare le minoranze culturali e le identità nazionali (militarmente) più fragili. L’Italia, grazie a Dio, non fu tra queste, e dopo l’occupazione concesse allo Stato Vaticano i diritti su uno “Stato invisibile” al posto di quello concreto e concentrato che aveva un tempo.

Similmente alle zone militari cui ai civili è impedito l’accesso, così a chiese e monasteri è impedito l’accesso alla burocrazia e alla fiscalità italiana, perchè costituiscono la “terra pelagica” propria dello Stato Vaticano: non pagano le tasse allo Stato italiano, perchè non fanno parte dello Stato italiano.

CHE NE PENSI TU?

Il primo commento sarà...

Opzioni di notifica:
avatar
wpDiscuz